Pagamento a vista fattura: tipi e significato

Pagamento a vista

Quando ci viene presentata una fattura, la domanda che ci salta subito alla testa è quando questa deve essere saldata. Nella fattura a vista sono contenuti i termini precisi di quando deve essere pagata. Se i termini di pagamento specificano “pagamento a consegna fattura” o pagamento a vista, questa deve essere pagata contestualmente alla presentazione. Ricevi la fattura e la paghi subito.

Il pagamento a vista è un vantaggio per chi vende, come ad esempio un fornitore, perché il pagamento viene ricevuto immediatamente. Si eliminano completamente i rischi che la transazione subisca ritardi nei pagamenti o, nella peggiore delle ipotesi, che il cliente diventi insolvenze non completando il pagamento pattuito.

Il pagamento a vista utilizzato per altri tipi di transazione

Pagamento in contanti

Il pagamento a vista vale anche per altre forme di transazione in cui il pagamento, per un bene o un servizio avviene nel momento dell’acquisto, immediatamente.

Il pagamento contestuale all’acquisto o alla ricezione della fattura avviene, in altre parole, senza rateizzazioni o dilazioni, e di solito si utilizza il denaro contante, la carta di debito o di credito, oppure si effettua un bonifico. A questo proposito, potrebbe interessarti l’articolo su come ricevere pagamenti con carta, senza POS.

Pagamento a rimessa diretta

Pagamento a “rimessa diretta” non deve essere confuso con “a vista”. La voce “a rimessa diretta” indica la modalità di pagamento, ed è specifica per un tipo di pagamento diretto, senza intermediazione bancaria: si trasferiscono i fondi dal conto dell’acquirente a quello del venditore, senza utilizzare assegni o contanti. L’importo totale dovuto della fattura deve essere accreditato direttamente sul conto del beneficiario.

Una fattura pagabile “a vista” può includere anche la modalità di pagamento “a rimessa diretta”, ma può anche stabilire una diversa modalità per il saldo. Se si devono saldare fornitori, distributori o dipendenti, la modalità di pagamento “a vista” è la più utilizzata.

Tipi di pagamenti “a vista”

Pagamento in Euro

Pagamento a vista implica che si possa pagare con qualsiasi mezzo di pagamento, anche con mezzi che prevedono l’intermediazione come contanti e assegni. Vediamo adesso come pagare a vista, con quali mezzi:

Bonifico Bancario a vista

Il bonifico bancario è il mezzo di pagamento più comune in Italia e, normalmente è un mezzo diretto, senza intermediazione: il mittente ordina alla banca di eseguire un bonifico, e il beneficiario lo riceve.

Viene utilizzato per accreditare gli stipendi, ed è anche molto utilizzato nelle transazioni di compravendita. Il bonifico a vista o a vista fattura indica che il pagamento avvenga subito, e i fondi siano immediatamente sbloccati per il trasferimento. Pensiamo ad un professionista o prestatore d’opera con partita IVA (P.IVA) che effettua un lavoro ed emette fattura.

Il professionista emette la fattura e può specificare il pagamento a vista, che sulla fattura deve essere indicato espressamente: “a vista” o “a consegna fattura”.

Se hai già effettuato il bonifico, puoi inviare la distinta di pagamento per conferma.

Chi ha usufruito della prestazione professionale, può pagare con un bonifico a vista, dove nella causale deve essere riportato espressamente il tipo di lavoro svolto, e che il pagamento avviene in relazione a quel lavoro. Normalmente basta copiare e incollare quanto riportato dalla dicitura originale riportata sulla fattura.

Pagare con assegno a vista 

Pagamento con assegno

L’assegno bancario è un è un titolo di credito, uno dei tanti strumenti di pagamento che però viene utilizzato molto di frequente, ma è comunque un metodo valido per saldare una fattura a vista, e può essere utilizzato in sostituzione al bonifico e al denaro contante.

L’assegno stesso può comportarsi come un titolo di credito a vista, a meno che questo non sia stato emesso postdatato, e la banca è tenuta corrispondere al beneficiario l’importo specificato sull’assegno nel momento in cui questo presenti il titolo di credito allo sportello.

L’incasso di un assegno a vista avviene quindi alla presentazione allo sportello, e l’importo è immediatamente saldato in contanti o versato sul conto corrente se il beneficiario è correntista della stessa banca cui è presentato l’assegno.

L’unico requisito essenziale per incassare un qualsiasi assegno, è che l’emittente abbia i fondi necessari alla sua copertura. Se i fondi mancano, la banca può restituire l’assegno con la dicitura “mancanza di fondi” o “assegno senza provvista”.

Questo può comportare problemi legali all’emittente, e la mancata copertura può essere considerata atto fraudolento o inadempienza ai sensi di legge.

Rateizzazione o pagamento dilazionato

Il pagamento “a vista” si utilizza proprio per evitare i pagamenti rateali o dilazionati, che sono l’esatto opposto, e dove la somma totale dell’importo viene divisa in piccoli pagamenti – parti del totale -, distribuiti su un periodo di tempo concordato dalle parti nei termini del saldo della fattura.

Cosa fare in caso di ritardo: fatture da pagare a vista

Se una o più fatture non vengono pagate, si ha l’insolvenza del debitore. Il ritardo è una naturale implicazione che si verifica spesso nei pagamenti, e quando questo ritardo si verifica per la prima volta e si protrae per pochi giorni, non si verifica una minaccia concreta per il beneficiario e la sua azienda.

Se il periodo di tempo si prolunga e i ritardi diventano abitudine, allora si ha un problema concreto. Cosa fare in questo caso? Prima di tutto si procede con azioni amichevoli, quindi si invia un promemoria al debitore, che sia una email, una telefonata o altro, si chiede gentilmente di onorare la prestazione con il saldo dell’importo.

Il debitore potrebbe ancora non pagare, allora si procede all’invio di una lettera di sollecito in cui si ricorda al cliente il credito che si vanta presso di lui, e di onorarlo entro dei termini e modalità specifici.

Il debitore potrebbe ancora negare di pagare e, a questo punto, occorre rivolgersi ad un’agenzia di recupero credito, oppure ricorrere alle vie legali.

In Conclusione

Il pagamento a vista è un mezzo sicuro per ottenere un pagamento di una transazione, ed in un certo senso serve anche a darti conferma dell’affidabilità del cliente o debitore.

Domande Frequenti

Una fattura con pagamento a vista può essere saldata con qualsiasi metodo?

A meno che non sia espressamente riportato in fattura “a rimessa diretta”, questa può essere pagata con qualsiasi titolo di credito.

L’importo di una fattura a vista può essere dilazionato?

No, la dilazione di pagamento prevede che l’importo diviso in piccole somme da pagare distribuendole nel tempo. L’importo totale della fattura a vista deve essere saldato immediatamente.

L’assegno a vista può essere postdatato?

No, l’assegno a vista è un mezzo di pagamento opposto all’assegno postdatato, e deve essere pagato immediatamente alla presentazione allo sportello della banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *