La carta prepagata anonima senza documenti è legale?

carta prepagata anonima

Al giorno d’oggi i pagamenti con una Carta elettronica, che sia di debito o di credito, stanno prendendo il sopravvento rispetto al pagamento a mezzo contanti. Utilizzando una normale Carta elettronica di pagamento, questa risulterà intestata, cioè riporterà il nome e cognome del proprietario.

Con una carta prepagata anonima si perde questa intestazione, garantendo un livello di privacy superiore a chi la utilizza. Ma è ancora corretto parlare di una carta come “anonima”?

Come funziona una carta prepagata anonima

Usare carta ricaricabile anonima online

Le normali carte prepagate molto spesso sono collegate ad un IBAN, e si possono ricaricare tramite operazioni bancarie oltre che con la ricarica allo sportello. Una carta prepagata anonima non è collegata ad un IBAN, non riporta l’intestazione del proprietario e quindi non sono visibili il nome e cognome, non permettendo di risalire in modo diretto al proprietario. Le sue caratteristiche sono:

  • Scadenza – la scadenza non è limitata a settimane o mesi e può essere riutilizzata
  • Tipologia di acquisto – acquisti online e acquisti in negozio con pagamento al POS
  • Importi – può essere illimitato o fisso, se utilizzi una carta prepagata anonima con importo fisso e ne consumi il massimale, questa non sarà più valida
  • Prelievo contanti – alcune carte prepagate anonime permettono il prelievo alle tariffe stabilite dalla banca emittente o proprietaria del bancomat (ATM)

Al momento dell’acquisto della carta prepagata anonima, è richiesto che il proprietario si identifichi, quindi è comunque possibile risalire al proprietario della carta, per essere Legale ed evitare il fenomeno di riciclaggio o lavaggio di denaro.

La possibilità di risalire al proprietario della carta anonima, è data solamente dell’operazione bancaria di pagamento con la carta che, tramite il movimento all’interno del circuito bancario, permette all’ente beneficiario di risalire all’ente emittente e al suo cliente.

A chi è indirizzato questo metodo di pagamento

La carta prepagata anonima è un mezzo che aiuta ad aumentare il livello di privacy, che si perde specialmente quando si effettuano le transazioni online. Effettuando il pagamento di una transazione tramite questo tipo di mezzo, si impedisce di fatto al beneficiario di raggiungere direttamente il mittente.

Principalmente questo mezzo di pagamento è utilizzato da protestati e cattivi pagatori, che cercano di mettere al riparo parte dei propri fondi, salvati in precedenza, che potrebbero venire aggrediti dalle banche o altri istituti e Istituzioni.

Al momento dell’operazione, del pagamento con la carta prepagata anonima, il nome e cognome del cattivo pagatore o protestato non appare direttamente nell’operazione effettuata.

Esistono ancora le carte anonime?

Al giorno d’oggi le carte anonime sono diventate di difficile reperibilità (sicuramente non le trovi al tabacchino), e si preferisce utilizzare carte al portatore usa e getta. Le carte al portatore usa e getta le può utilizzare chiunque, ma il loro rilascio è comunque vincolato all’identificazione del cliente prima dell’emissione.

Anche se queste carte possono essere cedute, proprio perché hanno la caratteristica di poter essere utilizzate da chiunque, riconducono sempre e comunque a chi le ha richieste. Ci sono banche e altri istituti che rilasciano una coppia di carte, dove la prima è una normale carta di debito o credito emessa con l’apertura del conto, e dove la seconda carta è senza intestazione ed è al portatore.

Carta prepagata usa e getta

La carta prepagata usa e getta permette di effettuare degli acquisti entro un certo lasso di tempo, e la scadenza di queste carte di solito è molto ravvicinata (settimane, mesi), ed hanno un massimale ben preciso e sono disponibili in vari tagli. L’importo è già pre-caricato, ed ad esaurimento dell’importo contenuto all’interno della carta si esaurisce anche la carta stessa, diventando inutilizzabile. La usi e la getti.

Tempo limitato, massimale definito, ed esaurimento della carta oltre il quale questa non è più valida, sono i requisiti della carta usa e getta. Alcune carte usa e getta sono collegate ad un IBAN, altre non hanno un collegamento con un IBAN e non è possibile utilizzarle per effettuare bonifici.

Questo tipo di carta ricaricabile costituisce un’alternativa valida alle carte prepagate anonime, anche se la loro diffusione sta diminuendo e non è facile reperirle. Le carte usa e getta, proprio come quelle anonime, non riportano l’intestazione del proprietario.

Si acquistano alla cassa al supermercato o centro commerciale, oppure nei punti Sisal. Alcune banche o istituti di credito propongono delle carte al portatore usa e getta, e le puoi ottenere anche se non sei maggiorenne, oppure senza utilizzare il codice fiscale.

Le carte prepagate anonime in Italia

Cliente anonimo

Le carte prepagate anonime sono Legali in Italia, sia che queste vengano rilasciate da nel nostro paese sia, in alcuni casi, che queste provengano da istituti emittenti esteri. Tuttavia sono soggette a regolamentazione specifica che combattono il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. Vi sono quindi restrizioni e regole che ne restringono il campo di utilizzo.

In Italia la normativa richiede che le istituzioni finanziarie e gli emittenti di carte abbiano identificato chi richiede tali carte, cioè i loro clienti. Per questo devi sapere che alcune carte richiedono che chi le utilizza si identifichi al momento dell’acquisto o dell’attivazione della carta.

La Banca d’Italia e l’Autorità di Vigilanza sui Mercati Finanziari (CONSOB), supervisionano l’emissione ed anche l’utilizzo delle carte prepagate.

Carte al portatore usa e getta

Alcuni istituti di credito emettono carte al portatore usa e getta, e queste delle carte sono di facile reperibilità e si avvicinano molto come funzioni alle carte anonime. Sono dette “al portatore” perché possono essere cedute anche ai non maggiorenni, e possono in alcuni casi essere richieste dai maggiorenni senza bisogno di avere il codice fiscale, esibendo solo un documento di identità. Vediamo quali sono le soluzioni:

Carta Flash Intesa SanPaolo

Carta Flash può essere personalizzata e quindi avere il nome e cognome stampato (nominativa), oppure al portatore. In questo secondo caso può essere data e utilizzata anche da un minorenne (sono richiesti almeno 12 anni di età). 

Può essere stabilito un massimale e, terminato il plafond, può essere anche ricaricata.

Viabuy

Viabuy è emessa in UK o Regno Unito, e puoi ottenerla senza che sia fatto nessun controllo riguardante il tuo storico bancario e il tuo reddito. Ti dà accesso ad un IBAN personale lussemburghese e tedesco. La gestisci tramite l’app e la puoi collegare ai tuoi wallet.

Swiss Bankers Travel Cash

Travel Cash è una carta svizzera versatile che si avvicina molto alla carta anonima, che ti garantisce di poter effettuare tutte quelle operazioni che effettueresti con una normale carta di debito e di credito. Si richiede direttamente dal sito web ufficiale e riguardo ai tuoi dati, questi verranno forniti e protetti dalla Swiss Bankers Prepaid Services SA.

In Conclusione

Il pieno anonimato non è possibile ottenerlo con nessuna carta di debito o di credito, oppure prepagata. Con una carta al portatore puoi avere una carta che è molto simile alle cosiddette anonime.

Domande Frequenti

Le carte anonime sono Legali in italia?

Sì, se rispettano le normative antiriciclaggio. L’ente che ha emesso la carta deve averti identificato prima del rilascio di questa.

Le carte prepagate usa e getta sono anonime?

Le carte prepagate sono anonime, ma non è facile trovarle. Puoi provare a chiedere in un punto Sisal o in un centro commerciale.

A chi sono indirizzate le carte anonime?

Le carte anonime sono indirizzate a quei soggetti considerati cattivi pagatori o protestati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *